giovedì 31 dicembre 2015

"GIORGIO E SAHER" Racconto inedito di fine anno


GIORGIO E SAHER”

Italia, estate del 2016

Un tranquillo paesino di montagna, con poco più di duemila abitanti tutti rigorosamente tradizionalisti e “puritani”, viene sconvolto dall'arrivo a sorpresa di un gruppo di rifugiati di colore di età compresa tra i 12 e i 25 anni.
I ragazzi sono tutti orfani e sono stati costretti alla fuga da una guerra sanguinosa e irrazionale.
Provenienti dalla Nigeria, il gruppo composto da circa 20 persone, viene accolto dalle autorità locali in un centro apposito con letti e pasti caldi assicurati per l'intera stagione.
Per gli abitanti del piccolo paese, questa è una grossa novità e molti membri della comunità appaiono fortemente scettici e talvolta anche sgarbati e maleducati.
L'amministrazione locale per risolvere tali problemi e per favorire l'integrazione, organizza per tutta l'estate degli incontri culturali con insegnanti specializzati e dei raduni con tanto di giochi di gruppo e di serate tra balli e canti.
Lo scopo dell'iniziativa, è quello di instaurare un legame di pace e di “fratellanza” tra i ragazzini italiani abitanti del luogo e i ragazzini stranieri appena arrivati.
Col passare del tempo e grazie alla grande forza di volontà di persone che avevano a cuore la situazione, questo esperimento riesce nel suo intento e i ragazzi più giovani stringono rapporti molto intensi sfociati infine in amicizie vere e proprie.
Ma la situazione all'interno dell'intera comunità non migliora comunque di molto...
Atti di vandalismo e di bullismo, continuano imperterriti ai danni degli stranieri mentre alcuni genitori proibiscono ai loro figli di parlare o anche solo di avvicinarsi ai coetanei nigeriani.

Una domenica di fine estate, al termine della consueta messa del mattino, Saher (ragazzino dodicenne nigeriano) stava giocando nella piazza principale del paese, quando intravede all'uscita della chiesa il suo nuovo miglior amico Giorgio (suo coetaneo italiano).
-Giorgio! Sono qui! Vieni a giocare con me! Ti sto aspettando!

Giorgio sentendolo gridare, scappa subito verso Saher:
-Ciao Saher! Scusa ma non posso più giocare con te, la mamma non vuole...

L'amichetto, a quel punto, abbassa la testa e con tono silenzioso e imbarazzato risponde:
-Perchè? Ho fatto qualcosa di male?

Giorgio infine ribadì:
-No, ma la mamma dice che quando sarai grande diventerai cattivo e porterai la guerra da noi...

In quel momento Saher, ragazzino innocente di 12 anni, provò una sensazione orribile che gli chiuse lo stomaco;
una sensazione simile al vergognarsi di sé stesso, qualcosa di forte che gli causò un dolore che non aveva mai conosciuto prima...

Così, con gli occhi lucidi e la voce tremante, infine Saher disse a Giorgio:
-Scusa...


Nel 2016, è triste pensare che esistono ancora persone che considerano gli uomini di colore inferiori.
La storia che l'umanità ha vissuto, avrebbe dovuto insegnarci una cosa fondamentale:
Siamo tutti uguali”
Oggi nella nostra società, non ci dovrebbe essere più posto per discriminazioni razziali, omofobe e quant'altro!

27 Dicembre 2015,
Francesco Cerenzia











giovedì 17 dicembre 2015

"In noi"

E poi magari,
riusciremo a liberarci.
Lasciando uscire quei nostri,
vecchi sogni...
Da molto tempo accantonati.

Svegliando l'inconscio,
come una vecchia conoscenza,
come se fosse l'aiuto atteso....

Così, all'improvviso quel
vero modo d'essere
entrerà nel nostro io.

E le parole altrui
non avranno forza alcuna,
se dette solo per tracciare il limite...

In fin dei conti,
le risposte che cerchiamo
sono tutte lì,
Nitide e chiare...
In noi.

mercoledì 16 dicembre 2015

"L'arte è donna"

Splendide, sofisticate, passionali, sensibili, profonde, uniche...
DONNE!
(Dipinti realizzati nel corso del 2015,
dalla pittrice Gemma Vulcano)

"Canto di rivolta"


CANTO DI RIVOLTA”

Sono nato nell'epoca in cui la libertà regna sovrana,
nelle illusioni e nei sogni di quelli come me.
Io, come loro,
spero e credo nell'importanza e nella forza dell'autonomia.
Ma la consapevolezza mi dice altro...
Essa mi mostra come le fila sono mosse da tutt'altre intenzioni.
Perché la mia, sarà ricordata come un'epoca
di falsa ideali,
di combattimenti disillusi
e di superficialità dilagante.

C'è qualcosa ancora, in grado di darci forza?
C'è qualcuno ancora, che riesca a comprendere a pieno il senso di tali parole?

La futilità di certe nostre azioni,
s'impone come un'onda nelle nostre vite
e il senso stesso dell'esistenza si allontana sempre di più.

Siamo giunti al punto in cui
chi pensa differente è emarginato,
chi pensa differente è pazzo.
Ma cos'è la pazzia, paragonata alla vostra cecità?

Francesco Cerenzia,
16 Dicembre 2015




martedì 15 dicembre 2015

"SE SOLO"


SE SOLO”

Se solo ci fosse più tempo,
per sentire un'altra volta l'odore forte del mattino.
Quando la luce entra fitta nella stanza e
quel turbinio di pensieri che affollavano la mente
fino a notte fonda,
lentamente si riaccendono...

Se solo potrei sentirla ancora una volta,
la brezza della vita, la voglia della giornata
e la strada da percorrere, tra voci a me note....

Se solo potessi ancora viverli,
i sogni nella mente,
la magia che ti invade
e gli sguardi diversi della gente.
Passo dopo passo...

Se solo potessi abbandonarmi ancora a quell'emozione,
troppo spesso sottovalutata e tante altre volte resa scontata...
Ma era così preziosa, era così speciale,
era la fonte stessa della vita...


Ma se solo ci fosse nuova speranza di vedere tutto ciò,
di osservarlo intensamente un giorno in più...
Quanto apprezzerei le parole degli altri
e quanto rispetto nutrirei per te e per voi tutti...

Se solo ci fosse più conoscenza,
o forse solo più coscienza.
Quella che basta a saper che siamo niente
in confronto all'ignoto,
ai cospetti del mondo,
in questo mare di vita.

Francesco Cerenzia,

15 Dicembre 2015

domenica 13 dicembre 2015

"Lettera agli umani"

LETTERA GLI UMANI

In un'epoca di ricerca intensa, di sofisticata tecnologia
e di grande evoluzione mentale e sociale;
io mi rivolgo a voi, esseri umani abitanti del mondo,
per farvi ascoltare le mie poche parole e per costringervi a riaprire le vostre palpebre sigillate.
Sensibilizzando ancora una volta, quelle vostre coscienze
addormentate ormai da troppo tempo.
E' strabiliante soffermarsi e pensare all'enorme progresso che voi avete portato avanti nel corso degli ultimi secoli;
ed è ancora più strabiliante osservare come state affrontando e dominando
ogni situazione di disagio posta davanti ai vostri occhi anno dopo anno....
Non è stato così difficile per voi, cercare e infine trovare
un modo per dominare questa magnifica e grandiosa area che chiamate Terra.
Ed io, sempre stanco e immobile,
vi ho osservato a lungo nelle vostre gesta...
Quest'enorme e bellissimo pianeta,
che consente la vita sotto ogni forma e in ogni maniera, è stato lentamente devastato dalle vostre mani inconsapevoli.
Ma è proprio di vita e di esistenza e soprattutto di rispetto per essa, che voglio parlare.
Voi dovete, anzi,
voi avete l'obbligo di ascoltarmi e
soprattutto l'obbligo di agire in fretta.

Iniziando dal principio,
voglio riuscire a toccare ogni aspetto che riguardi la vostra permanenza sulla Terra:
dalla credenza religiosa alla vostra auto convinzione di essere e meritare il giusto, il bene;
dalle vostre scelte, compiute pensando solo ed esclusivamente a voi stessi alle vostre molteplici invenzioni, capaci di portare il nuovo e volte però al solo miglioramento della vostra quotidianità.
Voglio parlare dei vostri sentimenti in gran parte offuscati e manipolati e di come le conseguenze di errori madornali compiuti in passato, in realtà non vi abbiano insegnato niente.
Voglio parlare poi, della brama di potere e della voglia di dominare un qualcosa che mai conoscerete a fondo e che state eclissando per sempre.
Il nostro habitat, la nostra base, la nostra casa!
Voglio parlare ancora delle vostre tecnologie, che potrebbero essere usate a fin di bene per tutti,
ma che invece vengono strumentalizzate e finalizzate a creare ed esercitare potere.

Infine voglio porvi alcune domande di vitale importanza, per me e per tutti:
Fino a che punto arriverà la vostra follia e la vostra incoscienza?
Fino a che punto si spingerà la vostra mancanza di rispetto?
Io mi rivolgo a voi tutti, esseri umani, e vi dico di fermare questo scempio che chiamate inquinamento.
La Terra, è stanca dei vostri abusi!
L'aria non riesce più a mantenersi pura, perchè sempre avvolta dalle vostre nubi grigie.
La flora è sempre più debole e i miei coetanei vengono crudelmente sterminati, a causa di piogge innaturali e acide.
L'erba non cresce più folta come prima e l'atmosfera è contaminata e semidistrutta dai vostri aerei e dalle vostre fabbriche che con scarichi di fumo nero, ingrigiscono l'azzurro puro del nostro cielo.
Gli eccessi e gli orrori di cui vi siete macchiati sono innumerevoli e l'ambiente che ci circonda ne sta pagando le conseguenze!
Il menefreghismo che aleggia tra voi uomini è devastante;
smettete di servire solo il dio denaro e pensate a ciò che vi consente di vivere: Madre Natura!

Migliaia di specie del mondo animale sono state eliminate completamente e ancora oggi,
altre centinaia di esse lentamente stanno scomparendo.
Siamo dunque giunti a un punto di non ritorno
e tutto ciò ha reso questo posto, prima incantevole e variegato, ora irriconoscibile.
L'armonia è oramai un ricordo lontano e dopo anni di stupri selvaggi subiti da parte vostra,
io vi scrivo per avvertirvi e per invitarvi a riflettere e ad agire.
Il perdono questa volta non basterà,
se Madre Natura deciderà di agire lo farà in modo definitivo...
Le nostre vite, a quel punto, verranno sterminate o profondamente cambiate.
Gli effetti e le conseguenze delle vostre decisioni egoiste e inumane stanno influendo su tutti noi e sulla nostra sorte...
Temo che questa volta la punizione sarà eterna.
Temo per la sorte di voi uomini.
Temo per la nostra stessa sopravvivenza.

Lettera agli umani.
Parole di uno dei dodici alberi più vecchi della Terra,
situato nello Stato messicano dell'Oaxaca da circa 2000 anni.

Francesco Cerenzia








sabato 12 dicembre 2015

Poesia: "Ricorderai"

"RICORDERAI"

Ricorderai i colori,
i suoni, i sorrisi sospirati,
le emozioni avvertite...
Ricorderai gli odori,
l'essenza, la voglia,
i sentimenti intensi...
Ricorderai la gioia,
i dolori,
i pianti e l'amore...
Ricorderai la natura,
la forza, il cielo brillante,
l'azzurro sfavillante...
Poi, finalmente apprezzerai il senso...
E ricorderai la cosa più importante...
La bellezza di essere.

Francesco Cerenzia

martedì 8 dicembre 2015

Poesia: "Qualcosa da colmare"


QUALCOSA DA COLMARE 

E come se cercassimo
qualcosa di speciale,
qualcosa in grado di aiutarci...
Qualcosa che,
non compare davanti agli occhi
e che ci rende furiosamente impazienti.
E' inutile celarlo, il vuoto c'è
e noi tutti lo avvertiamo intensamente...
Nasconderlo non basterà a colmarlo,
ma la voglia di sapere e la brama di conoscere
ciò che non si vede, non può renderci pazzi.

Francesco Cerenzia


lunedì 7 dicembre 2015

"Mare in tempesta" di Gemma Vulcano

Un mare in tempesta può rappresentare tante cose...
Una di queste è sicuramente la natura e la sua incredibile forza;
la stessa forza che ha voluto ricreare l'artista Gemma Vulcano, in dei suoi lavori datati 2014.
I colori sono scuri e intensi, mentre la luna splende su uno degli scenari più belli mai visti in natura.

domenica 6 dicembre 2015

Poesia: "Attimi"


ATTIMI

Si nutriva di attimi...
Nell'epoca in cui un attimo
rappresentava l'eterno.
Nell'epoca in cui un attimo
poteva essere l'amore...
Nel momento in cui,
un solo e prezioso attimo di sentimento,
era in grado di sconfiggere la paura.

Quando nell'aria,
si sentiva la freschezza e
l'importanza di un sentimento
si misurava da sguardi e da pensieri.
Attimi in cui niente era scontato
e la vita scorreva intensa,
lasciando tracce,
lasciando sogni,
lasciando amore.





sabato 5 dicembre 2015

Poesia: "l'aura"

"L'AURA"

Se solo questa vita
non fosse
così profondamente e stranamente
avvolta...
Avvolta in questa aura,
avvolta in questo blocco misterioso...
Dove tutto sembra così razionale,
dove tutto sembra un'enorme bugia.
Nessuno potrà mai attraversarlo,
nessuno potrà mai capirlo a fondo.
Ma saremo, un giorno,
liberi di essere felici?

Francesco Cerenzia

venerdì 4 dicembre 2015

Poesia: "Destino"

"DESTINO"
La nebbia solcava il cielo
e l'atmosfera si faceva intensa,
profonda, spessa...
La sua mente divagava e viaggiava
tra pensieri e riflessioni,
mentre "se stesso" presenziava e
le domande affiorivano.
Infondo,
il suo destino sarebbe stato quello...
Un cammino da comprendere,
una sorte da vivere.

giovedì 3 dicembre 2015

Arte: dipinti di Gemma Vulcano

L'arte della pittura, attraverso la bellezza di quadri decisamente senza tempo dipinti dalla pittrice Gemma Vulcano.

Poesia e Riflessioni: UMANI


UMANI
Quando tutto questo strazio finirà?
Quando il terrore smetterà di essere sovrano?
Non siamo nati per essere dominati dalla paura,
siamo nati per renderci liberi,
per essere in pace.
Il dono più grande è la vita piena di luce,
il sorriso di un innocente.
L'ignoranza di oggi non potrà spezzare quel bagliore!
I nostri occhi dicono tutto,
i nostri occhi rivelano ciò che l'anima nasconde...
La pace interiore,
la libertà di essere,
la voglia di vivere!
Tutto ciò che possiamo fare, è questo...
Non smettiamo di cercare la pace,
non smettiamo di cercare la libertà,
non smettiamo di essere UMANI.


domenica 29 novembre 2015

Poesia e riflessioni: Unica, Follia

UNICA
Nel cielo del mattino,
in quel grigio affievolito, contornato da bianche sfumature.
Nell'aria fresca,
nel verde smeraldo di un albero, di una pianta, di una foglia...
Nel sorriso di un bambino e
nel cammino di un contadino,
che ritorna stanco ma sereno verso casa.
La si avverte, la si ama, e la si apprezza...
E' la vita, ed è tutto ciò che abbiamo infondo.

FOLLIA
Sappiamo veramente poco del mondo,
eppure crediamo di sapere tutto.
Ciò che non vediamo, a volte può esserci lo stesso!
Ciò che ci spaventa, a volte è essenziale.
Sono solo parole sconnesse, per i più...
Ma cosa saremmo senza una lucida vena di follia?
Come vivremmo se fossimo tutti connessi e “ordinari”?
Se essere folli è uscire dai confini,
allora siate folli!
E non abbiate mai paura di mostrarvi e di aprirvi al nuovo!
Siamo fatti per essere liberi.




sabato 28 novembre 2015

Poesia inedita: "Un'altra dimensione"

UN'ALTRA VITA, UN'ALTRA EMOZIONE
Tutto ciò,
tutto quello che abbiamo dentro,
tutto lo spessore delle nostre emozioni
e il senso di appartenere ad un'altra vita...
Il senso di vivere nella dimensione che precede quella vera,
quella reale.
La dimensione dove, in fin dei conti,
niente è banale
e tutto ha un valore;

tutto vale e niente è scontato.

Arte: Rossano ridiventa "la città della musica"

Rossano, Calabria.
Si terrà sabato 28 novembre alle 19.15 presso la sala concerti del Centro Studi Musicali "G.Verdi", il concerto "Recital Pianistico" giunto ormai alla sua terza edizione.
Ad esibirsi nella cittadina calabrese, celebre per la liquirizia Amarelli, sarà la pianista Margherita Capalbo; inaugurando dunque, la XI stagione concertistica della "Città della musica".
Progetto ideato totalmente da Giuseppe Campana.



giovedì 26 novembre 2015

Cultura: Riflessi di noi


RIFLESSI
Forse nessuno ha mai conosciuto la sicurezza,
tante volte osannata nella realtà.
Noi tutti fingiamo di sapere, ostentando quella certezza.
Ma nel riflesso di noi, nel nostro profondo, 
facciamo solo tacere la parte di noi che chiede risposte.
La parte di noi che cerca disperatamente verità...
Cose che probabilmente, mai ci verranno date.
Siamo maestri in questo.
Siamo maestri nell'ignorare... Sapientemente.
Di riflesso, ci accorgiamo poi di essere immobili.
Incapaci di evolverci interiormente, 
incapaci di allargare le nostre menti,
incapaci di vedere oltre e raggiungere lei... La libertà!
Francesco Cerenzia




Cultura: riflessioni e aforismi

VINCERE, VITA, SENSO
Vince chi arriva alla fine, no?
Beh! Forse no...
Forse non si vince niente, perchè c'è chi ottiene tanto e si sente completo
e c'è chi, con la sua completezza, non vive bene e cerca il senso.
Ma cos'è in fondo questo senso della vita?
La vita è una vittoria?
La vita è una sfida?
Come si fa a superarla? 
Possiamo godere di essa a pieno?
Perchè nessuno pensa che questa sia la vera vittoria?

Forse perchè nessuno riesce a ottenerla... 
E sempre più in pochi, ci provano seriamente.

DENTRO SE'
Appariva strana e scorbutica, inizialmente...
Poi sorrideva mentre, chinando il capo, si guardava con gli occhi di un estranea.
La fissazione di apparire, è una costante che sarà la sua rovina.
La gente ti innalza e la stessa gente ti sotterra.
A volte desiderava conoscere e superare i suoi limiti, e a volte voleva solo vivere come gli altri.
Ha personalità, ha carattere, però poi crollando, si arrende.
Sbaglia, canta, ride da sola e odia la sua giornata, tanto quanto la ama. 
E' confusa, ma è viva!

SCRIVI DI TE
Cerchi invano, di scrivere di te.
Cerchi di conoscere te stesso, ma forse non ci riuscirai mai!
E' un punto fisso, è una chiave che non sai come usare.
Non sai quale porta potrebbe aprire...
E così, scrivi di te...
Cercando di aprire più porte possibili!
Tutte si spalancano allo stesso modo, ma ognuna di esse nasconde trappole profonde.
Esse sono così intersecate, che alla fine, tutti si perdono e nessuno riesce mai a superarle...
Si tratta di te stesso!
Eppure, sembra così semplice conoscersi!
Intanto continua insensatamente a scrivere di te e a scrivere di tutto questo...
Alla fine tanto, il senso di ciò, momentaneamente non c'è!

Scritte da:
Francesco Cerenzia


Cultura: poesie e aforismi inediti

ESISTIAMO
E' tutto terribilmente strano...
Soprattutto il modo in cui sentiamo tutto ciò che ci circonda; lo sentiamo "familiare".
Tutti si sono ormai abituati al senso di vuoto quotidiano,
e con meno spirito di conoscere, ogni volta cercano di andare avanti...
Credendo di continuare a vivere intelligentemente.

Come se ci fosse un altro modo di vivere la vita!
Sogniamo, ma questo non sarà mai abbastanza...


SORRISI
Siamo continuamente in balia di emozioni contrastanti, spesso molto forti.
Passiamo dal più cupo dei pensieri che ti trascina giù,
alla più bella luce che illumina in un secondo la tua mente
e ti strappa un sorriso.
Un sorriso, inaspettatamente dolce.


L'AMORE
Non c'è nulla di più complesso,
non c'è niente di più forte.
E' una sensazione che può durare attimi
o un sentimento che può durare una vita.
L'amore è difficile da capire, eppure a volte è così scontato e banale!
Tutti noi lo abbiamo incontrato
almeno una o due volte nella nostra vita,
ma se non avessimo approfondito la sua conoscenza?
Se fosse rimasto solo un incontro furtivo e veloce?
E' vero che non sbiadirà mai?
E' vero che sarà per sempre?
O è solo una terribile illusione creata dalla paura...
Paura di non essere più in grado di amare,
un giorno o l'altro.

Scritte da:
Francesco Cerenzia

mercoledì 25 novembre 2015

Musica: Anastacia promuove in Francia "Ultimate Collection"

Attualmente impegnata a Roma, la cantante Anastacia presenta e promuove la sua ultima raccolta di successi chiamata "Ultimate Collection" che contiene le sue maggiori hit passate.
Ad anticipare il greatest hits, seguente all'album "Resurrection" del 2013, la bionda cantante ha lanciato gli inediti "Army of me" cover di Christina Aguilera e "Take this chance".
Il suo tour promozionale toccherà anche Parigi ad Aprile, e già la donna che ha sconfitto ben due tumori al seno ha affermato: "i terroristi non mi fermeranno!"


Musica: Rihanna, rivelata la data di uscita di "Anti"

E' il 27 Novembre, in occasione del "Black Friday", la data scelta per la pubblicazione del nuovo e atteso album della popstar Rihanna "Anti".
Il progetto discografico, con produttore esecutivo Kanye West, uscirà il 27 solo per la piattaforma musicale di Jay Z "Tidal"; mentre nel resto del mondo, Anti vedrà la luce il 3 Dicembre.
Intanto la cantante delle Barbados, si appresta a promuoverlo con un World Tour che toccherà anche Milano il prossimo 13 Luglio.

Musica: gli U2 ritornano a suonare a Parigi

"Non ruberanno lo spirito di Parigi".
Sono queste le parole scritte su facebook dalla band "U2", che annunciano quindi i loro prossimi concerti nella capitale francese il 6 e il 7 Dicembre 2015; dopo averli bruscamente annullati in seguito alla strage terroristica del 13 Novembre.
"Our best for Paris" ovvero "daremo il nostro meglio per Parigi", è il motto lanciato dal leader del gruppo che vuole rendere omaggio alle vittime di quella dannata notte francese.
Gli U2 ripartono dunque con "Innocence + Experience Tour 2015" iniziato nel Maggio scorso a Vancouver, USA.

domenica 22 novembre 2015

#notinmyname, manifestazioni pacifiche a Roma e Milano

A Roma come a Milano, le comunità islamiche italiane hanno organizzato una serie di manifestazioni pacifiche contro il terrorismo, per sottolineare ancora di più la profonda diversità tra islam e isis.
Il corano, affermano i partecipanti musulmani, condanna chi uccide.
Altri invece, portavano cartelli con su scritto:
"l'islam è pace, l'islam è contro il terrorismo".

giovedì 19 novembre 2015

News: allarme surriscaldamento globale

E' un gruppo di scienziati americani a lanciare l'allarme riguardante l'ambiente.
A quanto detto, a nord-est della Groenlandia il ghiacciaio denominato "Zachariae Isstrom" si sta sciogliendo molto rapidamente e questo potrebbe causare un innalzamento del livello del mare a livello globale, mettendo in serio pericolo le città costiere di tutto il mondo negli anni a seguire.

Musica: Adele presenta il nuovo singolo

"When we were young" è il titolo del nuovo singolo della cantante britannica più celebre del momento, Adele.
Dopo le vendite da capogiro di "hello" e l'attesa per l'uscita del nuovo album 25, l'interprete presenta questa nuova traccia che parla di amore e di ricordi; e afferma che sarà il secondo singolo promozionale del nuovo lavoro discografico.
Intanto l'album uscirà ufficialmente domani, 20 novembre.

mercoledì 18 novembre 2015

La Francia dichiara lo stato di crisi, cosa farà l'Italia?

Stiamo vivendo tutti una situazione drammatica, la piaga del terrorismo internazionale mira a distruggere l'occidente e la Francia risulta ad oggi, la nazione più colpita in Europa.
Gli attentati di Parigi sono costati la vita a 132 persone innocenti, e la risposta dei militari francesi non si è fatta attendere;
Raqqa, città siriana assediata dai miliziani dell'isis, è stata infatti ripetutamente bombardata e alcune postazioni dei terroristi sono state distrutte. Ancora però non si sa con certezza quanti civili innocenti hanno perso la vita in questi bombardamenti.
Intanto Holland, dichiara lo stato di crisi e chiude le frontiere oltre a chiedere aiuto militare all'intera comunità europea.
Cosa farà l'Italia? A quanto dichiarato da Renzi, la sicurezza sarà aumentata soprattutto nelle zone più a rischio come Roma e in vista del Giubileo, lo Stato Vaticano sarà blindatissimo.
Le frontiere, ribadisce il premier italiano, non saranno chiuse perchè la minaccia viene dall'interno.
Ovviamente però, saranno maggiori i controlli da effettuare tra i profughi che cercano asilo in Italia.
Intanto anche stati come la Nigeria e la stessa Siria, si trovano a fronteggiare l'allarme terrorismo; infatti nella città di Yola, un'esplosione ordinata da fondamentalisti islamici ha ucciso oltre 30 persone innocenti e causato 80 feriti nella giornata del 17 novembre.
In tutto ciò le minacce del califfato si fanno sempre più insistenti, concentrando il loro odio su Roma, Londra, Washington e Parigi dove attualmente sono in corso continui blitz da parte della polizia francese che ha già ucciso tre terroristi e ne ha arrestato altri tre nel quartiere di Saint Denis.
Secondo molti siti internet però, alcuni riguardanti le tante teorie del complotto, ci sono altre ragioni per cui l'isis vuole abbattere l'occidente e non riguarderebbero solo quella di diffondere la loro religione estremista.
Infatti in più occasioni c'è stato detto che il loro obbiettivo e quello di convertire i cristiani.
Ma come potrebbero farlo se li uccidono in stragi efferate come quelle di Parigi?
Come possono convertire le persone se loro stessi le uccidono?
E se dietro ci fosse altro? E se i "signori" della Terra centrassero qualcosa?
Intanto, alla luce degli ultimi avvenimenti, bisogna unirsi e combattere il nemico comune, cercando di evitare il più possibile spargimenti di sangue innocente.





News: nuovo video isis, Roma e Londra dinuovo nel mirino

E' stato diffuso nelle scorse ore un nuovo inquietante video dell'autoproclamato stato islamico, creato appositamente per incutere panico e terrore tra i cristiani; maggiormente tra i francesi, italiani e inglesi.
Sullo sfondo vediamo le immagine propagandiste, alcune scene di rappresaglia con uomini armati e incappucciati e tre monumenti simbolo della cultura occidentale in Europa: la Tour Eiffel, il Big Bang e il Colosseo.
La minaccia è chiara e precisa; una dichiarazione di guerra ai cristiani.
"Il loro sangue non sarà risparmiato" affermano inoltre i miliziani del terrore nella terribile clip intitolata "messaggio al popolo della croce".

News: Attentato in Nigeria, 30 morti

Anche in Nigeria è stata un'ennesima giornata di sangue;
Nella città di Yola, un'esplosione violenta nella stazione degli autobus vicino a un mercato affollato, ha causato circa 32 morti e oltre 80 feriti.
La polizia attribuirebbe la strage ai fondamentalisti islamici Boko Haram che in sei anni di attentati, soprattutto in Nord Nigeria, hanno ucciso oltre 2000 persone.

News: allarme bomba, cancellati due voli Air France

A quanto sembra, il terrore regna sovrano nei vari paesi europei e non, dopo quello che è successo a Parigi la notte del 13 novembre la sicurezza e le misure precauzionali sono stati portati a livelli altissimi.
Ieri dopo l'annullamento della partita di calcio Germania-Olanda, un nuovo allarme bomba è scattato in USA dove sono stati annullati due voli Air France diretti a Parigi. Una telefonata anonima avrebbe scaturito la paura e la conseguente deviazione.

lunedì 16 novembre 2015

Un minuto di Rispetto e di Silenzio per tutte le vittime delle stragi terroristiche

Un minuto di silenzio per le vittime degli attentati terroristici.
Che siano in Francia, in Siria o in Kenya; un minuto di RISPETTO per tutti gli innocenti che hanno perso la vita per mano di militanti dell'isis deviati e senza rispetto per l'umanità. 

News: G20, strategia contro terrorismo

Turchia.
Si sta tenendo attualmente il G20, dove i potenti della terra discutono la strategia da adottare per risolvere la crisi in Siria e reagire al terrorismo dopo la gravità degli attentati in Francia.
La pericolosità delle minacce terroristiche richiede un piano comune per affrontarle, con protagonisti Russia, America e Europa.
In Italia, in vista del Giubileo di Roma, viene alzato il livello di allarme e si parla di aumentare la security con oltre 700 militari; mentre il premier Matteo Renzi afferma: "il terrorismo non si risolve con interventi limitati".
La Francia invece ha reagito subito agli attentati di Parigi, bombardando Raqqa, in Siria, considerata la capitale terroristica da dove sarebbero partiti gli ordini di morte di al-Baghdadi.


Mondo 2015: tra terrorismo, bombardamenti, paura e razzismo

La Francia, come il mondo intero, è distrutta moralmente dopo le atrocità della strage di Parigi.
Oltre 120 vittime tra cui la studentessa italiana, diventata simbolo di guerra al terrorismo, Valeria Solesin.
La strategia usata dai militanti dell'isis è chiara e precisa; confondere le forze di sicurezza e colpire il più possibile per poi farsi saltare in aria trascinandosi dietro ulteriori vittime.
A quanto emerge dai media, tra gli otto terroristi attentatori ci sarebbero tre fratelli di cui uno è attualmente in fuga e potrebbe tranquillamente rifugiarsi anche in Italia o in Inghilterra che sono due stati nel mirino del califfato da mesi.
Gli stessi media, che forniscono continui aggiornamenti sulla situazione nella capitale francese e nelle altre europee, spesso creano anche ondate di "disinformazione" che unite all'ignoranza formano ulteriori "mostri" morali combattuti da anni e anni, uno fra tutti è il razzismo.
Alla luce dei fatti, confondere e generalizzare è sbagliatissimo! Perchè sono in tanti, quelli che associano l'islam al terrorismo e il terrorismo all'immigrazione.
In realtà queste, sono tre cose diversissime e separate tra di loro!
Non tutti gli immigrati sono persone deviate e crudeli, tra essi infatti c'è anche chi cerca di rifarsi una vita dopo aver perso ogni cosa in guerre, aizzate da terroristi senza scrupoli e da "sciacalli" occidentali!
Bisogna necessariamente, aumentare i controlli alle frontiere e regolarizzare tutto il caos che si crea nei mari occidentali.
Oggi, 16 novembre, arriva la notizia di nuovi bombardamenti in Siria, da parte della Francia ai danni dei miliziani isis; tutte armi micidiali volte a sterminare i terroristi, cosa che tutti noi vogliamo, ma a morire oggi non saranno solo loro, a morire saranno anche migliaia di innocenti e di bambini e di donne indifese che sono costrette a sacrificarsi per una guerra che non hanno mai cercato e voluto!
Rispondere al sangue con altro sangue, porterà solo al dissanguamento totale!
Cercare la pace, sganciando bombe è qualcosa di indicibile e di sbagliato!
Ci sono persone innocenti che perdono ogni giorno la vita, tra loro migliaia di donne e bambini.
Persone, che sia in Occidente che in Oriente, cercano di sconfiggere questa mostruosa creatura chiamata "isis".
Creatura che, non è credente in nessun dio, e che pratica solo violenza e guerra.
Perchè, ricordiamolo, nessuna religione giustifica la guerra, neanche l'islam.
#PrayforHumanity #PrayforParis #PrayforTheWorld